Conoscere Esine

Principali  manifestazioni:

- Maisenzavino : week-end di maggio

- Assaporando : primo week-end di luglio

- Festa dell’anguria: ultimo week-end di luglio in piazza Falcone-Borsellino promossa dalla locale Pro Loco

- Festa di S. Glisente: ultima domenica di luglio
- Festa della montagna: la prima domenica di agosto, organizzata dagli Alpini in località Budec
- Festa dello sport: all'inizio di settembre gestita dalla società sportiva U.S. Unica
- S. Lucia 12 dicembre sera  sfilata per le vie del paese a cura della Pro Loco
- Natale: 24 sera animazione con coro e banda in attesa della nascita a cura della Pro Loco 

Abitanti:

5249

Altezza s.l.m.:

286

Mercato:

Il mercoledì dopo la prima e la terza domenica del mese
Mercato Agricolo il venerdì dopo la seconda e la quarta domenica del mese.

Festa Patronale:

San Paolo: 25 gennaio Conversione di San Paolo

Dove si trova

Esine è ubicato all’inizio della Valgrigna, valletta laterale della Valle Camonica.
Dista 60 Km. da Brescia, capoluogo di provincia, 60 Km. dalle località turistiche di Ponte di Legno (Accesso, tramite Passo Tonale, Al Trentino) e Aprica (Accesso alla Valtellina), 25 Km. dalle piste di Monte Campione, 15 Km. da quelle dell’altopiano del Sole di Borno e 9 Km. dalle Terme di Boario.
E’ sede, dal 1992, dell’ospedale di Valle Camonica

Come si raggiunge

In auto e in pullman:
da Milano (Autostrada A4) e da Bergamo con la S.S. 42; da Brescia con la S.S. 510 e la S.S. 42.
In treno:
da Brescia con la linea Brescia-Iseo-Edolo delle Ferrovie Nord con fermata a Cogno-Esine ( il paese dista circa 1 Km.)

Breve storia

Anticamente il paese si è formato sulla collina della SS. Trinità perché gli esinesi avevano paura del torrente Grigna che spesso straripava(alluvione del 1600!)
Nel Medioevo la collina ospitava un castello fortilizio longobardo di cui oggi rimangono solo alcuni parti dei muri perimetrali.
La  chiesa che vi sorge (SS.Trinità), originariamente era riservata al signore del castello e alla sua famiglia.
Il paese si estese successivamente sulla sponda destra e sinistra del Grigna; Nel centro storico si può ancora ammirare la torre della famiglia Federici che risale al secolo XII-XIII, a pianta quadrata con un semplice portale in pietra simona: era il baluardo del castello.